RIFLESSIONE DEL SABATO: SUL BUON SENSO

Purtroppo oggi ci ritroviamo in una situazione assurda:un oggetto architettonico raramente soddisfa l’abitante, sul quale il costruttore ha il sopravvento e ogni nostro sistema economico e sociale sembra essere stato congegnato al solo scopo di moltiplicare gli sforzi per evitare che costruttore e abitante siano un’unica persona. Il buon senso ha tuttavia un vantaggio sulle leggi e sui sistemi economici e sociali: è inesorabile; ma ha anche un grande inconveniente: è spesso lento – una violazione della ragione e del buon senso sarà dunque sempre punita, è inevitabile, ma quanto in ritardo? La nostra architettura attuale viola il buon senso.

Yona Friedman,

L’architettura di sopravvivenza, Bollati Boringhieri

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ARCHITETTURA, PARTECIPAZIONE e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...